Meno sprechi e scadenze più lunghe grazie alla tecnologia

750

Conservare più a lungo i prodotti deperibili per ridurre lo spreco. Questo l’obiettivo di “StopMedWaste”, il progetto vincitore del bando PRIMA, fondazione che riunisce diciannove paesi dell’area mediterranea, che lavora per sostenere l’innovazione green. L’idea è studiare nuove modalità di packaging ecosostenibile che rallenti il deperimento di frutta fresca, verdure e piante aromatiche. Un progetto che – come spiegano dall’Università Politecnica delle Marche (capofila del progetto) – si approccia con uno sguardo innovativo al problema, con lo scopo di rendere il lavoro nei campi più sostenibili e redditizio allo stesso tempo, riducendo la quota di cibo gettato. Prima di tutto, si prevede un monitoraggio in tempo reale (tramite sensori intelligenti e software) dei parametri ambientali, come temperatura e umidità, e la qualità, seguendo i prodotti durante lo stoccaggio e il trasporto, così per sapere come e quando agire. Un progetto che ha anche l’ambizione di diminuire l’utilizzo di prodotti di sintesi (pesticidi) per la conservazione.