Le potenzialità dell’Agricoltura 4.0

Crescono le tecnologie di precisione e software per le aziende

507

Una crescita straordinaria, nonostante un rallentamento diffuso a causa dell’emergenza sanitaria.

Il mercato della cosiddetta Agricoltura 4.0, lo scorso anno ha fatto registrare un +20%, per un valore complessivo di 540 milioni di euro. A trainare la spesa le soluzioni per l’agricoltura di precisione, come i sistemi di monitoraggio e controllo di mezzi e attrezzature (36% del mercato) e i macchinari connessi. Tantissime sono le applicazioni digitali (piattaforme o software) che trovano applicazione nelle diverse fasi della coltivazione, semina e raccolto dei prodotti in vari comparti, tra cui emergono l’ortofrutticolo, il vitivinicolo e il cerealicolo.

Se oltre un’azienda su due utilizza almeno una soluzione digitale, soltanto il 3-4% della superficie agricola è coltivata con strumenti 4.0, segno che il mercato può ancora esprimere tutto il suo potenziale.

Oltre alle aziende agricole, anche le imprese della trasformazione alimentare sono aperte all’innovazione e alla sperimentazione di soluzioni 4.0: l’87% delle imprese applica almeno una tecnologia digitale, principalmente nei processi distributivi e produttivi, fra le quali spiccano i software di gestione dei fornitori e del magazzino (75%) e i dispositivi portatili (57%). Questi dati sono i risultati di una ricerca dell’Osservatorio Smart Agrifood della School of Management del Politecnico di Milano e del Laboratorio RISE (Research & Innovation for Smart Enterprises) dell’Università degli Studi di Brescia.