Uno spiraglio nelle relazioni con gli Usa

403

La sospensione della guerra commerciale tra Stati Uniti e Europa (legata alla nota vicenda della disputa Airbus-Boeing) è una boccata d’ossigeno per il comparto agroalimentare italiano, dal momento che l’Italia è il primo fornitore di straniero di formaggi per gli americani (con 38 mila tonnellate, 350 milioni di euro di controvalore). Ora la speranza è che la tregua di quattro mesi sui dazi, concessa per contrattare un nuovo accordo, possa trasformarsi in una pace duratura, così da poter riconquistare terreno nel mercato delle esportazioni (circa il 35% dei prodotti lattiero caseari italiani sono destinati all’estero).