Il successo del Kefir

52

Da qualche anno, sugli scaffali dei supermercati è comparso un nuovo prodotto, preparato fermentando il latte, che segue processi completamente diversi da quelli dello yogurt. Anche se il sapore ricorda quello del “fratello” più conosciuto, il kefir utilizza una miscela di microrganismi complessi (Lactobacillus, Lactococcus e Leuconostoc, cui si aggiungono lieviti dei generi Saccaromyces e Kluiveromyces), che aumentano di molto l’effetto probiotico dell’alimento.