Agricoltori, custodi dell’ambiente.

84

Agli agricoltori viene riconosciuto il ruolo di “custodi dell’ambiente e del territorio”.

Ad incoronarli, una legge, già approvata in Commissione, ora in discussione in Parlamento.

Gli operatori sono definiti “custodi” perché s’impegnano nell’attività di tutela del territorio, come la manutenzione del paesaggio, la custodia della biodiversità e la lotta al dissesto idrogeologico.

Regioni ed enti locali hanno la facoltà di promuovere, con un sistema di premialità (come la riduzione dei tributi per le persone iscritte a un elenco), gli agricoltori custodi che, insieme al settore, saranno ufficialmente festeggiati nella Giornata Nazionale dell’Agricoltura, fissata per la 2ª domenica di novembre.