Dieci giorni al sapore di Gorgonzola

Torna la Sagra dedicata al Gorgonzola Dop accompagnata da eventi musicali e culturali

86

CAVALLERMAGGIORE – Sta per prendere forma l’evento dedicato al piacere della buona tavola che negli ultimi anni è diventato meta imperdibile per appassionati e buongustai. Dieci giorni a tema Gorgonzola dop di Cavallermaggiore, per una delle sagre che si conferma ormai da anni (siamo alla settima edizione) tra le più partecipate della provincia.

L’apertura della manifestazione è programmata per la mattina di domenica 21 aprile, con l’inaugurazione presso il palco di piazza Vittorio Emanuele, alla presenza delle autorità. Tra gli ospiti, la sindaca, Ilaria Scaccabarozzi, e la Pro loco di Gorgonzola (Mi), sede della più grande sagra italiana dedicata all’omonimo erborinato.

«Sono particolarmente felice del risultato del lavoro che insieme all’Amministrazione abbiamo realizzato per questa manifestazione – commenta il presidente della locale Pro loco Samuele Lerda -. Il nostro gruppo, sempre più numeroso, si è adoperato per mesi andando a definire ogni dettaglio per un appuntamento che ha assunto ormai le caratteristiche di un evento di portata eccezionale».

Non mancheranno occasioni di svago per tutte le età, dai piccolissimi, con laboratori e spettacoli, fino a un pubblico più adulto con mostre e visite guidate.

«Tutti potranno gustare prodotti locali d’eccellenza grazie alla presenza della piazza degli erborinati che raccoglierà i produttori artigianali di formaggi di questa categoria e dello stand Biraghi – prosegue Lerda -. Sarà inoltre possibile visitare le aziende agricole locali usufruendo delle navette dedicate, oltre che ascoltare buona musica ricordando Gianmaria Testa, grande cantautore cavallermaggiorese, e addirittura partecipare alla Gorgo Run, una gara di corsa dove i partecipanti dovranno tagliare il traguardo con una fetta di gorgonzola in mano. Tutti gli appuntamenti e gli eventi in programma sono frutto di mesi di riunioni e molto lavoro individuale da parte dei tanti volontari e membri del direttivo della nostra Pro loco che da ottobre si dedicano a una manifestazione molto cresciuta e destinata a crescere ancora. La sinergia con il nostro main sponsor Biraghi ci darà la possibilità di servire 6 mila pasti a base di Gorgonzola Dop prodotto proprio a Cavallermaggiore e, ad aprire le danze, avremo uno chef stellato. Sarà davvero una festa. Ma soprattutto, l’augurio che mi faccio è che ogni anno la nostra Sagra possa essere percepita sempre più come un evento collettivo della città, capace di attrarre nuovi volontari per far capire a tutti gli ospiti quanto si sta bene a Cavallermaggiore», conclude il presidente dei volontari.

Confermati i partner logistici: la gestione degli spazi mercatali è affidata all’agenzia GianEventi, che fin dal primo anno partecipa all’organizzazione. 

Il grande padiglione allestito in piazza Baden Powell

Inoltre, alla storica collaborazione con la Biraghi, si affianca quella con Caffè Vergnano (fornitore ufficiale di caffè), Panealba (per i grissini) e le panetterie locali Mulassano e Gotta (per il pane in tavola durante i pasti). Per il catering torna il Picchio Rosso di Roata Chiusani che coordinerà qualcosa come 150 giovani e giovanissimi camerieri volontari.

«Fa un certo effetto vedere così tante persone al lavoro a titolo gratuito per la nostra città, ma non posso esserne stupito perchè so quanto sforzo c’è dietro. Quando racconto la Sagra a sindaci e amministratori di altre province o regioni faticano a credere a quello che abbiamo costruito in questi anni – sottolinea il sindaco Davide Sannazzaro -. La manifestazione è sempre più una vetrina per la nostra città, un’occasione in cui lavorare in sinergia per raggiungere un obiettivo comune».

I LUOGHI DELLA SAGRA

Pranzi e cene saranno nuovamente ospitati in piazza Baden-Powell, nella tensostruttura Pala Biraghi in cui potranno trovare posto più di 700 commensali.

Piazza Vittorio Emanuele II sarà il punto nevralgico della manifestazione con una decina di truck di street food e il palco principale sul quale si susseguiranno gli spettacoli musicali. Inoltre, l’ala comunale in orario diurno sarà a disposizione con propri tavoli e sedie per chi sceglierà di pranzare presso i truck food.

Piazza Statuto sarà la cornice degli stand della neonata associazione dei produttori del Blu di Cuneo: qui non mancheranno degustazioni e incontri di divulgazione gastronomica. Oltre ai propri stand, i produttori avranno a disposizione anche un’area nel cortile del palazzo comunale, ribattezzato per l’occasione Blu Arena.

Confermata la collaborazione con il CnosFap di Savigliano: gli studenti parteciperanno alla fiere-mercato del 21 e del 28 aprile con uno stand dove verrà cucinata la focaccia calda al Gorgonzola, un must della passata edizione. 

Ci saranno inoltre i rappresentanti del Corso di Tecnico Specializzato nelle Produzioni Lattiero-Casearie (AgenForm di Moretta) con uno spazio dedicato alla scoperta delle principali fasi di lavorazione del formaggio.

SOLIDARIETA’

Non manca l’aspetto solidale: una parte del ricavato di ogni pranzo e cena verrà devoluto all’associazione Pro-Tetto che si occupa dell’inserimento sociale di persone con status di protezione umanitaria o internazionale. Lo scorso anno la manifestazione aveva sostenuto l’oratorio locale.

SERVIZI NAVETTA

Sono confermate anche per questa edizione le navette gratuite per visitare le attività dei produttori delle frazioni cavallermaggioresi legati al mondo caseario. Un’occasione per approfondire il tema della Sagra e stare a contatto con la natura e gli animali.