Stop ai terreni contaminati

65

Suoli sani entro il 2050. Questo è l’obiettivo che il Parlamento Europeo si è fissato, approvando una legge per il monitoraggio della salute del suolo e per risanare i terreni compromessi: la nuova norma obbligherà tutti i Paesi a valutare lo stato di salute dei propri terreni, classificandoli in cinque livelli (elevato, buono, moderato, degradato e criticamente degradato).

Secondo la Commissione ci sono circa 2,8 milioni di siti potenzialmente contaminati in Europa ed è necessario che chi inquina si faccia carico dei costi sociali che tali azioni comportano.